Alone In The Dark

15 07 2007

Sinossi: Uwe Boll compra la licenza di un videogioco e ci scrive su una sceneggiatura che non ha niente a che fare col videogioco e non fa nemmeno ridere.

Recensione: Dato che sprecare parole su questo film è inutile (essendo probabilmente il più brutto mai girato nella storia dell’umanità), aprofittiamo di questo spazio per lanciare un messaggio: Uwe, se stai leggendo, lascia perdere. Non sei capace. Davvero, lascia perdere ora, che qualche soldino ancora ti resta. Fallo per noi.

Highlights:

– “Mia madre dice sempre che non devo aver paura del buio”. E ha ragione, caro Carnby. Devi aver paura di Uwe Boll.

– Le spiegazioni pseudoscientifiche tipo “Ah, sì, devo aver acquisito questa capacità perchè da piccolo sono rimasto chiuso in una centralina elettrica”.

– La scena di sesso gratuita sulle note di Seven Seconds di Youssou N’dour.

Coefficiente Z: 55%

Coefficiente CI: 15%

Overall rating: 20%





Recon 2020: the Caprini massacre

30 06 2007

Recon 2020

Sinossi: un manipolo di soldati viene inviato su un pianeta ricoperto da pareti graffitate per sparare a tutti i tipi di mostri che potete immaginare. Sarà un massacro annunciato.

Recensione: Vampiri. Zombie. Lupi mannari. Mummie. Tette. Cyborg cattivi. Cyborg buoni. Dinosauri. Mech disegnati con paint. Mercenari. Scarafaggi ripieni di skifiltor. Graffiti ovunque. Trama.

Trova l’intruso.

Highlights:

-Il segnale del sergente Sharp, che consiste nell’indicarsi gli occhi. In realtà questo è un highlight multiplo dato che la cosa si ripete almeno una dozzina di volte. “Andate avanti voi”. Grazie, sergente.

-L’attacco degli scarafaggi, che vengono eliminati con delle opportune sventagliate di proiettili. Come anche la più sprovveduta delle massaie sa bene, il metodo migliore per eliminare uno scarafaggio è infatti sparargli.

– Il cyborg cecchino che dopo aver ucciso si allontana passeggiando. Flemmatico.

Coefficiente Z: 85%

Coefficiente CI: 70%

Overall rating: 70%

Trailer